Italia: Accordo di partenariato 2014-2020

europedayAll’interno della politica di coesione 2014-2020 lAccordo di partenariato definisce, a livello di ciascuno Stato membro, i fabbisogni di sviluppo, gli obiettivi tematici della programmazione, i risultati attesi e le azioni da realizzare tramite l’impiego dei fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020.

LA PREPARAZIONE

Il processo di preparazione del documento strategico è stato avviato definendo l’impianto metodologico del nuovo ciclo, individuando sette innovazioni riassumibili in altrettante parole chiave: risultati attesi misurabili grazie a indicatori quantitativi dell’impatto; azioni, da indicare in termini puntuali e operativi; tempi vincolanti; partenariato mobilitato; trasparenza, secondo il metodo OpenCoesione; valutazione degli effetti; rafforzamento del presidio nazionale sull’attuazione.

Al confronto partenariale finalizzato alla stesura dell’Accordo è seguita la trasmissione alla Commissione europea di una versione preliminare dell’Accordo (9 aprile 2013) e una prima interlocuzione sul documento con i Servizi della Commissione nei giorni 22, 23 e 24 aprile 2013.

Il documento preliminare è stato successivamente rivisto per recepire i commenti della Commissione e anche per concentrare le scelte di intervento su un numero limitato di grandi obiettivi. E’ stata così elaborata una proposta sulla quale si è tenuto un confronto serrato con le Regioni.

La trasmissione alla Commissione europea di una bozza avanzata dell’accordo, nel dicembre del 2013, è stata seguita da una fase di interlocuzione informale che ha portato alla trasmissione ufficiale del documento il 22 aprile 2014.

Il Dipartimento per lo sviluppo e la Coesione economica pubblica ora versione definitiva dell’Accordo di Partenariato trasmesso alla Commissione europea a chiusura del negoziato formale.

IL CONTENUTO DELL’ACCORDO DI PARTENARIATO 2014-20

Obiettivo Tematico 1 – Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione
Obiettivo Tematico 2 – Migliorare l’accesso alle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione, nonché l’impiego e la qualità delle medesime
Obiettivo Tematico 3 – Promuovere la competitività delle piccole e medie imprese, del settore agricolo e del settore della pesca e dell’acquacoltura
Obiettivo Tematico 4 – Sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori
Obiettivo Tematico 5 – Promuovere l’adattamento al cambiamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi
Obiettivo Tematico 6 – Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse
Obiettivo Tematico 7 – Promuovere sistemi di trasporto sostenibili ed eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete
Obiettivo Tematico 8 – Promuovere un’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori
Obiettivo Tematico 9 – Promuovere l’inclusione sociale e combattere la povertà e ogni discriminazione
Obiettivo Tematico 10 – Investire nell’istruzione, nella formazione e nella formazione professionale per le competenze e l’apprendimento permanente
Obiettivo Tematico 11 – Rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un’amministrazione pubblica efficiente.

ALLOCAZIONE INDICATIVA DEI FONDI EUROPEI

Le risorse europee a disposizione dell’Italia ammontano complessivamente a 42.085.700.000 euro, di cui:

  • 20.651.500.000 euro a valere sul Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR)
  • 10.467.200.000 euro a valere sul Fondo sociale europeo (FSE)
  • 10.429.700.000 euro a valere sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)
  • 537.300.000 euro a valere sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP)

RIPARTIZIONE TRA GLI OBIETTIVI TEMATICI

OT 1: 3.794.700.000 euro, di cui 3.352.700.000 euro a valere sul FESR e 441.900.000 euro a valere sul FEASR
OT 2: 2.103.400.000 euro, di cui 1.845.500.000 euro a valere sul FESR e 257.900.000 euro a valere sul FEASR
OT 3: 7.897.900.000 euro, di cui 3.575.300.000 euro a valere sul FESR, 4.103.900.000 euro a valere sul FEASR e 218.700.000 euro a valere sul FEAMP
OT 4: 3.948.900.000 euro, di cui 3.138.600.000 euro a valere sul FESR, 797.700.000 euro a valere sul FEASR e 12.700.000 euro a valere sul FEAMP
OT 5: 2.358.600.000 euro, di cui 811.900.000 euro a valere sul FESR e 1.546.700.000 euro a valere sul FEASR
OT 6: 4.451.700.000 euro, di cui 2.341.600.000 euro a valere sul FESR 1.894.600.000 euro a valere sul FEASR e 215.500.000 euro a valere sul FEAMP
OT 7: 2.473.500.000 euro a valere sul FESR
OT 8: 4.368.700.000 euro, di cui 4.086.500.000 euro a valere sul FSE, 224.100.000 euro a valere sul FEASR e 58.100.000 euro a valere sul FEAMP
OT 9: 4.091.000.000 euro, di cui 1.032.900.000 euro a valere sul FESR, 2.268.900.000 euro a valere sul FSE e 789.200.000 euro a valere sul FEASR
OT 10: 4.195.300.000 euro, di cui 959.600.000 euro a valere sul FESR, 3.156.400.000 euro a valre sul FSE e 79.400.000 euro a valere sul FEASR
OT 11: 1.004.000.000 euro, di cui 410.200.000 euro a valere sul FESR e 593.800.000 euro a valere sul FSE

Assistenza tecnica: 1.397.900.000 euro, di cui 709.600.000 euro a valere sul FESR, 361.600.000 euro a valere sul FSE, 294.400.000 euro a valere sul FEASR e 32.200.000 euro a valere sul FEAMP.

Per quanto riguarda l’Iniziativa per l’occupazione dei giovani, programmata nell’ambito dell’Obiettivo Tematico 8, le risorse disponibili sono pari a un miliardo e 135.022.496 euro.

Ripartizione tra le Regioni

  • Regioni più sviluppate: 7.568.000.000 euro, di cui 3.407.000.000 euro a valere sul FESR e 4.161.100.000 euro a valere sul FSE;
  • Regioni in transizione: 1.350.300.000 euro, di cui 825.800.000 euro a valere sul FESR e 524.500.000 euro a valere sul FSE;
  • Regioni meno sviluppate: 22.200.400.000 euro, di cui 16.418.700.000 euro a valere sul FESR e 5.781.700.000 euro a valere sul FSE.

PROGRAMMI OPERATIVI (gli importi indicati non includono il cofinanziamento nazionale)

Programmi Nazionali FESR e FSE che coprono tutte le categorie di regioni:

  • PON Per la Scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento, che dispone di 460.532.952 euro a valere sul FESR e di 1.154.692.048 euro a valere sul FSE, per un totale di 1.615.225.000 euro;
  • PON Sistemi di politiche attive per l’occupazione, che dispone di 1.180.744.376 euro a valere sul FSE;
  • PON Inclusione, che dispone di 827.150.000 euro a valere sul FSE;
  • PON Città Metropolitane, che dispone di 445.723.942 euro dal FESR e di 142.376.058 euro dal FSE, per un totale di 588.100.000 euro;
  • PON Governance e Capacità Istituzionale, che dispone di 255.130.534 euro a valere sul FESR e di 328.669.463 euro a valere sul FSE, per un totale di 583.799.997 euro;
  • PON Iniziativa Occupazione Giovani, che dispone di 1.135.022.496 euro a valere per il 50% delle risorse sul FSE e per il restante 50% sulla Youth Employment Initiative.

Programmi Nazionali che operano nelle regioni in transizione e meno sviluppate:

  • PON Ricerca e innovazione, che dispone di 722.543.685 euro a valere sul FESR e di 203.706.315 a valere sul FSE, per un totale di 926.250.000 euro;
  • PON Imprese e Competitività, che dispone di 1.776.000.000 euro a valere sul FESR.

Per le sole regioni meno sviluppate sono previsti i Programmi Nazionali:

  • PON Infrastrutture e reti, che dispone di 1.382.800.000 euro a valere sul FESR;
  • PON Cultura, che dispone di 368.200.000 euro a valere sul FESR;
  • PON Legalità, che dispone di 195.330.000 euro a valere sul FESR e di 87.920.000 euro a valere sul FSE, per un totale di 283.250.000 euro.

Programmi Operativi Regionali
I Programmi Operativi Regionali sono previsti in tutte le Regioni e Provincie autonome a valere sul FESR e FSE e sono tutti monofondo, ad eccezione delle Regioni Calabria, Molise e Puglia, per le quali i POR sono plurifondo.

Programmi Operativi a valere su FEASR e FEAMP

Sono previsti Programmi di Sviluppo Rurale (PSR) in tutte le Regioni e Province autonome e due programmi nazionali, “Rete Rurale nazionale” e “Gestione del rischio, infrastrutture irrigue e biodiversità animale”, a valere sul FEASR.

Infine, è previsto un Programma Operativo Nazionale a valere sul FEAMP.

Scade il 31-12-2020 alle 17:00