MISE: Bando “Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita”

Realizzazione di progetti di ricerca finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi tramite lo sviluppo di tecnologie abilitanti che siano inserite  nell’ambito dei settori applicativi “Fabbrica Intelligente” o “Agrifood” o “Scienze della vita”. L’entità dei progetti deve essere compresa fra i 5M€ ed i 40M€ e con durata massima di 36 mesi.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

175,1 M per le regioni più sviluppate.

100 M per Abruzzo, Molise e Sardegna

287,6 M  per le regioni del Sud

 

BENEFICIARI

Imprese in forma singola o congiunta (massimo di 5 soggetti  uniti da contratto di rete od altre forme contrattuali di collaborazione) e Centri di ricerca (solo in caso di presentazione di progetti congiunti). Nel caso di progetti congiunti nessun co-proponente può eccedere il 70% delle spese complessive.

 

SPESE E COSTI AMMISSIBILI

  1. Spese per il personale interno impegnato nel progetto
  2. Strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione nella misura dell’ammortamento ordinario per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca
  3. Spese di consulenza per le attività di management di rete (solo se è un consulente esterno);
  4. Spese di acquisizione di brevetti / Know how acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato
  5. Spese generali calcolate forfettariamente nella misura del 25% dei costi diretti ammissibili
  6. spese per i costi dei materiali

 

ASPETTI PROCEDURALI

La procedura valutativa è di tipo negoziale per cui una volta presentata la domanda  il MISE trasmetterà copia al Soggetto gestore per l’opportuna valutazione  ed alle Regioni in cui viene svolto il progetto al fine di valutare la validità strategica della proposta e la disponibilità a cofinanziare il progetto stesso. Nel caso in cui sia la valutazione tecnica del gestore che l’interlocuzione con le Regioni diano un riscontro positivo si procede con la sottoscrizione di un Accordo nel quale sono indicati, tra gli altri, le amministrazioni coinvolte, le imprese coinvolte con l’indicazione per ciascuna di esse dei relativi impegni, i progetti di ricerca da realizzare, i costi per ciascun soggetto, la misura e la forma delle agevolazioni, la istituzione di un comitato tecnico per l’attuazione, il coordinamento ed il monitoraggio degli interventi.

 

FORMA DELL’AGEVOLAZIONE  E REGIME DI AIUTO

E’ previsto sia un contributo a fondo perduto ed un credito agevolato che saranno definiti nell’ambito della procedura negoziale con il MISE. Orientativamente il FP potrà oscillare fra un 20-25% (nel caso di GI) e di un 30-35% nel caso di PMI ed il credito agevolato (mutuo chirografario con durata compresa fra 1 ed 8 anni e con preammortamento fra 1 e 3 anni e con tasso allo 0%) compreso fra il 20 ed il 30% delle spese ammesse. Le agevolazioni non sono compatibili con altre agevolazioni pubbliche ad eccezione di quelle ottenute nella forma di benefici fiscali (credito d’imposta).

MODALITÀ DI ACCESSO E TERMINI

Presentazione delle domande dal 27/11/2018 fino ad esaurimento fondi. La domanda viene presentata in prima istanza in forma “sintetica” e poi solo in caso di approvazione si procederà con la presentazione  in forma “estesa”.

Scade il 9-03-2019 alle 09:53

RER-Sostegno rivolto ad azioni di promozione internazionale

La Regione intende sostenere azioni di promozione all’estero realizzate dalle
Associazioni formalmente costituite nell’ambito del percorso e con le caratteristiche richieste dall’avviso
approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 671/2017.

SCADENZA

Le domande potranno essere presentate  fino alle ore 16.00 del 31/10/2018.

FINALITA’ DEL BANDO

concessione di finanziamenti alle Associazioni per lo sviluppo della Strategia di specializzazione intelligente dell’Emilia-Romagna, finalizzati ad azioni di promozione internazionali

BENEFICIARI

il beneficiario  si configura come soggetto di diritto privato: impresa, consorzio o società consortile, fondazione, associazione

FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

  1. La Regione contribuirà alla realizzazione delle azioni di ciascuna Associazione in non più di due paesi con un importo massimo di € 10.000,00. Il contributo regionale verrà concesso nella misura del 100% delle spese previste, nei seguenti limiti di importi:
  • fino a € 5.000,00 per le attività realizzate nei paesi dell’Unione Europea
  • fino a € 10.000,00 per le attività svolte nei paesi extra-Unione Europea.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili, la cui ammissibilità decorre dal 1 Maggio 2018 fino al 31/12/2018, sono le seguenti: Costi di viaggio, vitto e alloggio nei paesi target del piano di promozione del coordinatore operativo, o di suo delegato .

  1. a) I costi di viaggio ammissibili sono quelli per voli internazionali dall’Italia al/ai paesi target e gli spostamenti in loco e le spese di vitto e alloggio nei soli paesi target;
  2. b) Costi per l’adesione a eventi high tech di promozione, fiere, convegni o altra manifestazione nei paesi target coerente con gli obiettivi del piano di promozione;
  3. c) Costi per l’affitto di spazi e attrezzature, costi per allestimenti finalizzati a realizzare eventi di promozione nei paesi target;

d) Costi di interpretariato per i soli paesi non anglofoni.

RIFERIMENTI NORMATIVI

http://imprese.regione.emilia-romagna.it/Finanziamenti/internazionalizzazione/sostegno-per-lo-sviluppo-della-strategia-di-specializzazione-intelligente-dell2019emilia-romagna-finalizzati-ad-azioni-di-promozione-internazionali

 

 

Scade il 4-02-2019 alle 09:25

RER: Start up innovative 2018

La Regione promuove con questo bando,l’organizzazione e la messa in rete dei servizi, dei soggetti e delle infrastrutture che nei diversi territori sostengono i processi di creazione di nuove imprese, al
fine di favorire la loro crescita, la formazione di reti, la visibilità verso potenziali imprese già consolidate
quali possibili partner produttivi, commerciali o finanziari.

SCADENZE

Le domande possono essere presentate dalle dalle ore 10.00 del 02 luglio 2018 alle ore 17.00 del 15 novembre 2018  esclusivamente online, tramite l’applicativo Sfinge 2020

SOGGETTI AMMESSI

Il bando si rivolge alle piccole e micro imprese regolarmente costituite.

FINALITA’ PROGETTI

Sostegno da parte della RER della costituzione e dell’espansione delle Start-up innivative, quindi 2 tipologie di progetti:

  • Per i progetti di avvio di attività (tipologia A) possono presentare domanda le imprese costituite successivamente al 1° gennaio 2015
  • Per i progetti di espansione di start up già avviate (tipologia B) possono presentare domanda le imprese costituite dopo il 2 luglio 2013

SPESE AMMISSIBILI

Per gli interventi di tipologia A sono ammessi costi riguardanti:

  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamenti funzionali;
  • affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale
  • del progetto);
  • acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese di costituzione (max 2.000 euro);
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 25.000,00 €);
  • consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Per gli interventi di tipologia B sono ammessi costi riguardanti:

  • acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali. Le imprese con sede legale esterna alla Regione Emilia-Romagna potranno acquistare solo sedi produttive nel territorio regionale (max 50% costo);
  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto);
  • acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% del costo totale del progetto);
  • consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

CARATTERISTICHE DEL CONTRIBUTO

Il contributo a fondo perduto è del 60% della spesa ritenuta ammissibili.

Per un massimo per tipologia A: 100.000€

Per un massimo per tipologia B:250.000€

RIFERIMENTI NORMATIVI

http://imprese.regione.emilia-romagna.it/notizie-primo-piano/2018/al-via-il-nuovo-bando-startup-innovative

https://www.google.it/search?q=delibera+regionale+start+up+2018&oq=delibera+regionale+start+up+2018&aqs=chrome..69i57.7239j0j7&sourceid=chrome&ie=UTF-8

Scade il 3-02-2019 alle 13:41

RER: Innovazione delle reti di imprese

Attivazione di percorsi congiunti di sperimentazione e innovazione strategica che valorizzino la combinazione di competenze tecnologiche e produttive complementari tra le imprese, in modo da realizzare avanzamenti tecnologici di vantaggio comune nell’ambito delle diverse filiere come più avanti definiti. Il bando pertanto non finanzia la mera attività di ricerca, anche se industriale, ma unicamente attività volte alla sperimentazione e/o industrializzazione dei risultati derivanti da attività di ricerca già realizzata o in via di conclusione.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

12,5 milioni di euro di fondi europei del Por Fesr 2014-2020

BENEFICIARI

Rete di imprese (PMI) costituite da almeno 3 PMI.

SPESE AMMISSIBILI

  1. Spese per nuovo personale laureato
  2. Spese per il personale interno impegnato nel progetto: personale con laurea attinente o personale tecnico con almeno 5 anni di esperienza nel campo della ricerca e della progettazione debitamente documentata (per non oltre il 30% delle voci 1, 4, 5 e 6);
  3. Spese per personale ausiliario: personale di supporto alle prove e sperimentazioni, (per non oltre il 10% delle voci 1, 4, 5 e 6);
  4. Spese di consulenza per le attività di management di rete (solo se è un consulente esterno);
  5. Spese di consulenza scientifica o specialistica, o per brevetti (o altri IPR) acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato;
  6. spese per i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi necessari alle prove e/o sperimentazioni necessarie (per un valore non superiore al 20% delle voci da 1 a 5).

FORMA DELL’AGEVOLAZIONE  E REGIME DI AIUTO

Il contributo è a fondo perduto fino al 50% delle spese ammesse.

L’importo dell’investimento deve essere compreso tra: 150.000 fino a 300.000 di spese ammissibili. Ogni PMI partecipante alla rete di imprese dovrà avere una partecipazione ai costi pari ad almeno il 10% del costo totale e non superiore al 50% per accedere al contributo.

MODALITÀ DI ACCESSO E TERMINI

Le domande di contributo potranno essere inviate dal 9 luglio al 3 agosto 2018. I soggetti beneficiari sono le “reti di Pmi”, indipendenti tra loro e in un minimo di 3 unità, costituite nella forma di contratti di rete, consorzi e società consortili finalizzati all’innovazione.

Scade il 2-10-2018 alle 09:42

BANDO ISI-INAIL 2017

Scade il 18-09-2018 alle 09:24

Scade il 18-09-2018 alle 09:24

RER: Bando per gli investimenti produttivi

Incentivare la propensione agli investimenti delle PMI dell’Emilia-Romagna al fine di favorire la realizzazione di progetti finalizzati ad accrescere la competitività e l’attrattività del sistema produttivo, anche nell’ottica dello sviluppo sostenibile, e a favorirne i percorsi di consolidamento e diversificazione.

DOTAZIONE FINANZIARIA

-Totale risorse 23.967.142,00 euro 

BENEFICIARI

Le PMI operanti nei settori di attività economica Ateco 2007 della Strategia di specializzazione Intelligente (S3) indicati

nell’allegato 1 al bando e coerenti con le finalità dello stesso.

INVESTIMENTI AMMISSIBILI

L’ Investimento deve essere compreso tra € 40.000,00 ed € 500.000,00.

  • Acquisto, di macchinari, beni strumentali, attrezzature, impianti funzionali alla realizzazione del progetto, comprese soluzioni che consentano un miglioramento dell’efficienza energetica
  • Acquisto di beni intangibili quali brevetti, marchi, licenze e know how atte ad ottimizzare i processi produttivi industriali
  • Acquisto di hardware, software, licenze per l’utilizzo di software, servizi di cloud computing;
  • Spese per opere murarie ed edilizie strettamente connesse alla installazione e posa in opera dei macchinari, beni strumentali, attrezzature e impianti (max 5% delle lettere a,b,c)
  • Acquisizioni di servizi di consulenza specializzata per la realizzazione del progetto e per la presentazione e gestione della domanda di contributo. (max 15% della somma delle spese indicate alle lettere a, b, c, d).

FORMA DELL’AGEVOLAZIONE  E REGIME DI AIUTO

-Contributi a fondo perduto del 20% della spesa ammissibile a fronte di investimenti realizzati tramite il ricorso a finanziamenti a medio/lungo termine erogati dal sistema bancario e creditizio e in sinergia con gli interventi di garanzia diretta da parte del sistema regionale dei confidi e con controgaranzia di Cassa Depositi e Prestiti (Fondo EuReCa).

-Il contributo è aumentato del 5% per progetti  che prevedono un incremento occupazionale; presentati da imprese femminili e/o giovanili; presentati da imprese con rating di legalità.

-Il contributo è aumentato di un ulteriore 10% nel caso in cui le sedi operative o unità locali oggetto degli interventi siano localizzate nelle aree montane della Regione o nelle aree 107 3 c ovvero: Piacenza (in parte), Monticelli d’Ongina, Caorso, Ferrara (in parte), Masi Torello,
Ostellato, Comacchio.

-Regime “De minimis”  € 150.000 anche in presenza delle premialità.

MODALITÀ DI ACCESSO E TERMINI

Bando a sportello con valutazione continua e chiusura anticipata in caso di esaurimento risorse

Termini di presentazione

  • 1° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 9 maggio 2018 alle ore 13.00 del giorno 26 giugno 2018;
  • 2° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 4 settembre 2018 alle ore 13.00 del giorno 28 febbraio 2019

 

Scade il 5-09-2018 alle 09:22