Nuove imprese tasso zero: domande per 150mln di euro

imprenditoria-giovanileGrande interesse per il bando Nuove imprese a tasso zero, il regime di aiuto che sostiene con finanziamenti agevolati l’avvio e lo sviluppo di startup giovanili e femminili. Nei primi due giorni di apertura del bando sono state presentate più di 400 domande di finanziamento, per un totale di  in agevolazioni richieste pari a circa il triplo della dotazione iniziale – 50 milioni – messa a disposizione dal Ministero dello Sviluppo economico.

L’elevato numero di collegamenti alla piattaforma telematica nel giorno di apertura dello sportello, il 13 gennaio, ha costretto il soggetto gestore Invitalia a sospendere per qualche ora l’operatività dello strumento, poi ripristinata nel pomeriggio.

Complessivamente, nei primi due giorni sono state presentate 421 domande, mentre 1.212 risultano in fase di compilazione, per un totale di € 150.059.252 richiesti secondo l’aggiornamento Invitalia del 15 gennaio.

Ora l’auspicio è che la dotazione finanziaria venga incrementata, in quanto è costituita da un fondo rotativo, la cui consistenza è alimentata dai rientri dei mutui.

Quanto ai settori preferiti dagli startupper, spiccano manifattura e produzione di servizi (34%), seguiti dai servizi alle persone (21%) e dal commercio (17%).